giovedì 21 luglio 2016

AL VIA “EXPERIENCE ITALY SOUTH AND BEYOND-ITALIANFOODXP” IN 12 PAESI EUROPEI


la conferenza stampa 


PROMOZIONE TURISTICA DELLE REGIONI DEL SUD E PRODUZIONE

 AGROALIMENTARE CERTIFICATA PER LA PRIMA VOLTA INSIEME

 


Oltre 200 ristoranti italiani in 12 Paesi europei con 9 milioni di clienti l’anno, selezionati tra gli oltre 2000 certificati all’estero con il marchio Ospitalità italiana coinvolti nell’iniziativa, e 200mila persone che tra settembre e ottobre potranno vivere le emozioni dei prodotti e dei piatti tipici delle 6 regioni del Sud Italia e scoprire le località turistiche.
Sono questi i principali numeri dell’iniziativa “Experience Italy South and Beyond-ItalianFoodXP” ideata dall’Isnart, l’Istituto Nazionale di Ricerche sul Turismo del sistema delle Camere di Commercio italiane e realizzata con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo.

lunedì 18 luglio 2016

Roma 21 luglio Conferenza Stampa " Experience Italy South and Beyond"


Experience Italy South and Beyond"
" L’iniziativa, che gode del contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, promuove la re te dei Ristoranti Italiani nel Mondo certificati Ospitalità Italianale produzioni enogastronomiche tipiche a marchio d’origine (DOP, IGP, STG per gli alimenti, DOC, DOCG, IGT per i vini) e biologiche, nonché l’attrattività turistica dei territori di sei regioni italiane (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia) attraverso azioni di promo-comunicazione all’estero (Regno Unito, Svezia, Danimarca, Olanda, Belgio, Germania, Francia, Svizzera, Spagna, Repubblica Ceca) e di incoming nelle regioni italiane coinvolte di Buyer e operatori internazionaliIntervengono: Maurizio Maddaloni (Presidente ISNART), Giuseppe Tripoli (Segretario Generale UNIONCAMERE), Francesco Tapinassi (Dirigente politiche del turismo MIBACT) e l' Onorevole Colomba Mongiello (Vicepresidente della commissione parlamentare di inchiesta sui fenomeni della contraffazione, della pirateria in campo commerciale e del commercio abusivo).  Roma, Piazza Sallustio 21, Sala Comitato h. 11,00 – Unioncamere  RSVP: press@mglogos.it"
Riceviamo e pubblichiamo l'invito  alla  conferenza stampa del progetto "Experience Italy South and Beyond", sperando che non si tratti ancora una volta di buone intenzioni destinate a rimanere tali. Ci sarebbe piaciuto vedere tra i relatori, oltre ai politici,  i rappresentanti di categoria della ristorazione, Slow Food, i Consorzi di produttori con denominazione a marchio, Associazioni di albergatori e B&B, etc. che potessero fornire un contributo operativo mirato nella messa in opera di un progetto meritevole, per la sua reale riuscita. 

lunedì 11 luglio 2016

18 Luglio, Vallo della Lucania : Il Parco della Dieta Mediterranea in quattro capitoli, si apre con Gino Sorbillo, Ambasciatore dell'Arte dei Pizzaiuoli napoletani


Tommaso Pellegrino,  Presidente del Parco nazionale
 del Cilento e Vallo di Diano e degli Alburni



La Dieta Mediterranea è un patrimonio di tutti, un patrimonio che va valorizzato costantemente, ricordando che non è solo lo stile di vita più salutare al mondo, ma che rappresenta anche l'identità del nostro territorio”. Così introduce  il progetto, “Il Parco della Dieta Mediterranea”, il presidente del PNCVDA Tommaso Pellegrino.
 Un progetto itinerante composto da quattro eventi,  in nome della valorizzazione dei prodotti e dello stile di vita propri della Dieta Mediterranea, da luglio a dicembre 2016, in cui quattro diversi luoghi del Parco ospiteranno  gli imperdibili appuntamenti.
Si parte lunedì 18 luglio alle 17:30 presso il Centro della Biodiversità del PNCVDA in località Montisani a Vallo della Lucania (SA), con un evento dedicato a un importante patrimonio gastronomico campano: la pizza.
Testimonial e partner dell'iniziativa sarà il maestro pizzaiolo Gino Sorbillo della Pizzeria Sorbillo di Napoli che ha fatto del connubio tra prodotti di qualità e tradizione un elemento distintivo. 
Gino Sorbillo, Ambasciatore dell'Arte dei Pizzaiuoli Napoletani

Sorbillo è ambasciatore di quella straordinaria “arte dei pizzaiuoli napoletani” candidata italiana per l'iscrizione nella lista dei Patrimoni Immateriali Culturali dell'UmanitàIl Parco attraverso la Dieta Mediterranea, già riconosciuta patrimonio immateriale culturale UNESCO, sostiene la candidatura dell’arte dei pizzaiuoli napoletani per l'inserimento tra i patrimoni dell’Umanità.

domenica 10 luglio 2016

Roma 13 luglio, apre Madre Luxus il locale che offre tutto il bello della vita


Madre: Una Dimora Luminosa, Calda, Accogliente, Lussureggiante  Che Per Milleduecento Minuti Ogni Giorno Regala Emozioni E Vita, Soddisfa Il Desiderio, Rende Più Lento Il Tempo.Il Verde Vi Accoglierà In Una Foresta Lussureggiante, Nel Giardino Segreto Delle Posade Sudamericane, Pieno Di Fascino E Storia. Entrerete In Un Accogliente Salotto Latino, Sotto Un Pergolato, Pareti Di Foresta E Acqua Che Scorre, Che È Insieme Vecchia Roma E Tropici, Bello Come Solo Un Grande Albergo Contemporaneo Sa Essere, Il Roma Luxus Hotel (In Cui Madre Si Trova) Dove Il Lusso Non È Affatto Casuale Ma Ogni Elemento È Pensato Per Dare Piacere. Madre È Il Calore Di Una Donna Che Custodisce E Produce I Suoi Frutti E Che Poi, Con Generosità, Li Condivide In Ogni Momento Di Ogni Giorno. Madre Ha Un’anima Ricca In Cui Ogni Elemento Si Intreccia Agli Altri, Reso Vivo E Palpabile Dal Cuore Che Rende Unica Ogni Pietanza: Un Forno A Legna Che Custodisce Un Tesoro Gastronomico Ed È, Insieme, Fonte Della Felicità. Madre È Farsi Abbracciare Da Sensazioni E Gusto, Da Milleduecento Emozioni Quotidiane, Milleduecento Vie Per Perdersi E Ritrovarsi Tra I Gusti E I Sapori Di Una Roma Bella, Viva E Allegra.

Questo Il Gioco Che Lo Chef Stellato Riccardo Di Giacinto Del Ristorante All’oro Di Roma, Ramona Anello E Luca Colapietro, Ci Regalano Nel Loro Nuovo Locale: Madre.

mercoledì 6 luglio 2016

12 luglio Pozzuoli, Villa di Livia i quattro fratelli Coccia in " Blues Brothers" serata benefica per l'ospedale Santobono di Napoli



Tutto ha inizio alla pizzeria Fortuna, il locale della famiglia Coccia situato a Napoli nella zona di piazza Garibaldi, dove sotto gli occhi attenti di papà Antonio, i quattro fratelli, Enzo, Carmine, Ciro e Salvatore, crescono tra banco e forno. Il percorso è uguale per tutti: si inizia col “dare la voce” (richiamare l’attenzione dei passanti con frasi a effetto) al banco esterno contenente le pizze da vendere a portafoglio, per poi passare alle altre mansioni, prima di poter arrivare all’ambìto banco delle pizze. Poi ognuno dei quattro intraprende un proprio percorso professionale e ora che i fratelli sono distanti geograficamente (Carmine è in Spagna e Salvatore è in Francia) ritorna forte la voglia di lavorare di nuovo insieme per una sera. Nasce così l’idea di “The Blues Brothers Pizza – Siamo in missione…per conto della pizza napoletana”, una serata con finalità benefiche che riunisce i quattro fratelli Coccia affiancati da altri rinomati artigiani del gusto.
La splendida Villa di Livia di Pozzuoli, suggestivo esempio di dimora romana il cui nome si deve alla statua di Livia in essa rinvenuta e identificata come la dea Fortuna, si è presentata subito come la struttura ideale per ospitare questo eccezionale evento.  

martedì 5 luglio 2016

Mondo pizza, novità: il libro La Buona Pizza di Tania Mauri e Luciana Squadrilli ora in libreria



cid:image001.png@01D1CE11.D5FA94B0

La buona pizza
Storie di ingredienti, territori e pizzaioli


Nel mondo della pizza sta succedendo ciò che in quello della cucina è in atto già da tempo: un’evoluzione – quasi una rivoluzione – che pone al centro del mestiere di pizzaiolo la ricerca, l’attenzione agli ingredienti, la conoscenza del territorio.Con il loro nuovo libro Tania Mauri e Luciana Squadrilli fanno il punto su questo percorso di crescita e rendono ufficiale la forte presenza della pizza nel panorama della cucina d'autore, anche grazie alle immagini scattate da Alessandra Farinelli. Dal Piemonte alla Sardegna, le autrici hanno individuato le dieci realtà più rappresentative, quelle in cui, grazie al lavoro del pizzaiolo, la pizza sa farsi ambasciatrice delle eccellenze gastronomiche e del lavoro degli artigiani del luogo.
Per ciascuna hanno raccontato la storia del locale e del contesto in cui si inserisce, mostrato i gesti e dato spazio alle idee del pizzaioli e alla rete che hanno saputo creare con altre realtà locali, raccolto la ricetta di una pizza rapprsentativa.

lunedì 4 luglio 2016

3VoglieLAB, Valentino Tafuri, 12 luglio. Ultimo appuntamento per la stagione con la "Pizza fatta in casa"

3VoglieLAB: confermato il contest #solaniaacasatua

Battipaglia (SA), 12 luglio 2016 - ore 16:30
“Fare la pizza in casa: Dalle materie prime alla lievitazione”


Antonella Petitti con Valentino Tafuri


A chiudere i 3VoglieLab per questa stagione estiva sarà il laboratorio dedicato alla pizza fatta in casa, uno dei più amati e richiesti. In programma per il 12 luglio prossimo, alle ore 16:30, presso la pizzeria in Via Serroni 12 a Battipaglia, sarà occasione per tornare a riflettere insieme sui temi più caldi per chi ama questo piatto simbolo del Made in Italy: la scelta delle materie prime, la lievitazione, la conservazione dell'impasto, fino a stesura, condimento e cottura. Sarà questo – a grandi linee – il canovaccio seguito da Valentino Tafuri durante il laboratorio dedicato alla pizza fatta in casa, accompagnato dalla giornalista enogastronomica Antonella Petitti, fondatrice del blogzine Rosmarinonews.itIl 3VoglieLab come di consueto si svolgerà all'interno della pizzeria “3Voglie” e avrà un costo simbolico di 20 euro. Ma il ticket non solo darà diritto alla partecipazione alla lezione, ma anche di provare in loco a realizzare il proprio impasto e prendere parte alla degustazione finale delle pizze.

15 - 17 ottobre la quinta edizione di Milano Golosa by Davide Paolini. Quando il cibo si mette a nudo

il Palazzo del Ghiaccio sede dell'evento 
La quinta Edizione di Milano Golosa torna con la partecipazione di  artigiani e specialità enogastronomiche, lezioni e degustazioni

 “Bisogna avere il massimo rispetto per la materia. È lei il punto di partenza. È lei che detta l’opera, lei che la impone”. Sono perfette le parole di Mirò per descrivere la prossima edizione di Milano Golosa, dove il concetto di purezza in cucina sarà uno dei temi principali. 
diverse qualità di riso di alta qualità usato in ristorazione
La quinta edizione della manifestazione gastronomica creata da Davide Paolini è in programma dal 15 al 17 ottobre a Palazzo del Ghiaccio di Milano, con un ricco calendario di eventi, che sarà definito con esattezza nelle prossime settimane. Degustazioni, dibattiti e approfondimenti che avranno un occhio di riguardo verso la cucina vegetariana e vegana e alla scoperta della cucina selvatica.

venerdì 1 luglio 2016

Caserta 1 luglio, Firmato il protocollo d’intesa tra il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop e la Reggia di Caserta


Un progetto pilota per trasformare in occasione di sviluppo per il territorio il patrimonio di eccellenze agroalimentari e artistiche. Lo hanno firmato il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop e la Reggia di Caserta dando il via ad una sinergia "che deve rappresentare un modello su scala nazionale", così come ha sottolineato il sottosegretario ai Beni Culturali Antimo Cesaro. L'iniziativa è stata presentata questa mattina alla Reggia vanvitelliana in occasione dell’assemblea annuale  dei soci del Consorzio. L'organismo di Tutela investirà oltre un milione di euro nei prossimi 12 anni. Il progetto prevede la nascita della nuova sede del consorzio nell'area delle cavallerizze di Palazzo reale, a cui verrà corrisposto un fitto annuo di 80 mila euro. Lo spazio, di oltre mille metri quadrati, prevede attività di formazione sia con i giovani che con i dipendenti dei caseifici e informazione (consumatori, giornalisti, operatori del settore). Ma nei nuovi spazi saranno anche fatti investimenti in ricerca e sviluppo legati al prodotto in stretto legame con il mondo accademico, in particolare con l’Università Federico II il cui rettore è membro del Comitato Scientifico del Consorzio. In più l’organismo di Tutela finanzierà anche la riapertura del Teatro di Corte della Reggia di Caserta. "Questo accordo è un vero e proprio evento che va nella direzione della rinascita della Reggia – ha detto il direttore, Mauro Felicori -  La scelta di fondo è chiara: tale rinascita coinvolge il territorio di cui la mozzarella è un simbolo. È un accordo semplice, ma forte da cui traggono vantaggio agricoltura e Beni Culturali”.

martedì 28 giugno 2016

Roma 28 giugno, chiude con grande successo la undicesima edizione di Cooking For Art 2016: Chef Emergente e Pizza Chef ecco i vincitori


Undici anni fa nasceva il Premio Miglior Chef Emergente conquistato allora da un giovane sconosciuto, il siciliano di Scicli (Rg) Vincenzo Candiano, oggi alla sua seconda stella Michelin presso la Locanda Don Serafino di Ragusa Ibla. Anno dopo anno l’evento e il premio che viene assegnato hanno acquisito una rilevanza tale da dettare effettivamente  la tendenza della cucina contemporanea italiana. Molti dei vincitori delle passate edizioni sono oggi chef stellati Michelin.  Il Premio, ideato da Luigi Cremona, è dunque un vero cacciatore di sempre nuovi talenti, giovani promesse scovate spesso negli angoli più sperduti del nostro paese.Quest’anno  la tre giorni del  Premio Chef emergente e Pizza Chef Centro e Sud   si è svolto al Birròforum,  una giovane  realtà dedicata alla birra artigianale e al buon cibo di strada. Nelle prime due giornate 25 e 26 giugno  si sono svolte le qualificazioni:  per il Centro hanno passato il turno, Giuseppe Lo Iudice di Retrobottega (Roma); Ciro ScamardellaMetamorfosi (Roma) e Alessandro Rapisarda del Caffè Opera, Hotel Gallery nelle Marche. Per il  sud hanno superato la qualificazione due giovanissimi: Isabella Benedetta Potì del ristorante Bròs di Lecce, appena ventenne  e l'eclettico ventiduenne Davide Guidara di origini campane, Executive chef di una giovanissima brigata presso l' Eolian Milazzo Hotel.Una menzione speciale per la serietà e l'onestà che ha dimostrato, rispettando il regolamento,  è stata attribuita a  Davide Ciavattella, del Ristorante L’Olivo del Capri Palace Hotel, arrivato in finale, e ritiratosi spontaneamente per irregolarità riscontrate negli ingredienti utilizzati per la  realizzazione del piatto. La Giuria di esperti e giornalisti ha penato non poco per tirar fuori  ben tre nomi tra i finalisti del centro e del sud: Ex Aequo per Giuseppe Lo Iudice del ristorante RetroBottega di Roma e Ciro Scamardella del Metamorfosi di Roy Caceres ancora a Roma. 
I tre vincitori Chef Emergente 2016: ex aequo centro Ciro Scamardella Metamorfosi Roma e Giuseppe lo Iudice Retrobottega, Roma. Per il Sud Isabella Potì Bròs, Lecce